Progetti di ricerca inter e trans-disciplinari

parallax background
 

La ricerca al centro

Progetti di ricerca inter e trans-disciplinari

Progetti di ricerca inter e trans-disciplinari per progettare il futuro del mondo e della società

Oltre a garantire con forza e determinazione la libertà di ricercare “il sapere inutile”, il nostro Ateneo deve sapere anche indicare strategicamente alcuni macrotemi sui quali far convergere ricercatori e ricercatrici provenienti da discipline diverse per dar luogo a quella contaminazione della conoscenza specialistica che solo in un Ateneo generalista come il nostro può trovare casa. Inclusione sociale, valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, intelligenza artificiale, industria e aerospazio, cambiamento climatico, energia e mobilità sostenibile, agrifood, sono solo alcuni dei temi che sono di interesse per la società e sui quali i nostri ricercatori sono chiamati a dare un contributo importante. Questi sono anche i temi sui quali Europa e Italia investiranno in modo massiccio nei prossimi anni attraverso le iniziative Horizon Europe e Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza nel contesto di Next Generation EU.

Al fine di rendere operativa questa idea è necessario dar vita ad una sorta di “advisory board” costituito dalla prorettrice o prorettore di riferimento, almeno due ricercatrici/ricercatori per ciascuna macroarea, alcuni esperti di progetti europei sulla misura Global Challenges and European Industrial Competitiveness, alcuni rappresentanti di istituzioni di ricerca e/o provenienti dal mondo dell’industria. L’advisory board, anno per anno, avrà il compito di scegliere i temi sui quali formulare le proposte che dovranno esser in numero compreso tra due e quattro. I fondi disponibili per tali progetti inter e trans-disciplinari dovranno essere circa 4-5 M€/anno per i primi tre anni, con partenza del primo bando entro il secondo semestre del 2022.

Azioni

  1. Creazione dell’advisory board

    Tempi:

    • Individuazione dei componenti: 04/2022
    • Inizio dei lavori dell’adivsory board: 06/2022

  2. Bandi

    Tempi:

    • Emissione del primo bando: 12/2022
    • Bandi successivi con cadenza annuale

  3. Valutazione in itinere e consuntiva

    Tempi:

    • A partire dal dodicesimo mese dall’emissione del primo bando e con cadenza annuale

Le proposte dovranno prevedere la presenza di giovani ricercatori e ricercatrici RTDB all’interno del team di ricerca e verrà prevista una premialità legata alla presenza femminile nel rispetto delle linee guida sulla parità di genere valide per la presentazione di progetti europei. I team potranno prevedere anche gruppi di ricerca provenienti da altri atenei europei.

La durata di tali progetti dovrà essere compresa tra i 24 mesi e i 36 mesi e il progetto prevedrà un monitoraggio eseguito da revisori esterni tra i quali anche rappresentanti della Unione Europea.

I gruppi di ricerca saranno invitati una volta all’anno alla presentazione dei risultati del progetto alla comunità scientifica di riferimento all’interno dell’Ateneo e si promuoveranno azioni volte a creare luoghi e momenti di confronto dei risultati anche con i team degli altri progetti interdisciplinari finanziati. A proposito di questo vogliamo porre l’attenzione sulla costituzione dell’Infinitum Institute che nei prossimi mesi vedrà la luce, un istituto per gli studio avanzati che avrà come scopo proprio quello di creare idee per lo sviluppo di progetti di ricerca prevalentemente inter e trans – disciplinari. L’infinitum Institute potrà diventare il luogo ideale per i ricercatori di tutto il mondo per discutere in una forma nuova, in un modello di salotto di conversazione come lo Junto Club di Benjamin Franklin, di temi legati alla ricerca e da queste discussioni far nascere nuove collaborazioni e nuovi progetti.